L’Europeo Master disputatosi a Cognac, in Francia, non ha regalato a Umberto Spanò i risultati sperati, ma la stagione dello schermidore della Sgt rimane comunque estremamente positiva. Nella recente kermesse continentale, infatti, il portacolori bancoceleste ha sofferto per il riacutizzarsi di un problema al ginocchio ed a causa di questo fastidio non ha potuto piazzarsi oltre la 41esima posizione su 149 atleti in gara. Rimane comunque la consapevolezza di aver disputato un’annata da incorniciare e, soprattutto, in virtù dei risultati ottenuti precedentemente, Spanò rientra comunque nei primi quattro atleti del ranking nazionale (è terzo) e grazie a questo piazzamento potrà rappresentare l’Italia, in ottobre, ai Mondiali previsti al Cairo. Una stagione nella quale lo schermidore triestino, oltre ad aver vinto la Coppa Italia grazie al maggior punteggio complessivo sommando tutti i risultati conseguiti nell’anno in corso, ha collezionato un terzo posto a Conegliano, un primo a Bologna, un’altra terza piazza a Nocera Umbra ed una pregevole seconda posizione nella gara di Foggia.