E’ stato presentato nella giornata dell’8 ottobre il progetto “La  Ginnastica Triestina per il sociale”, programma che nasce dentro le palestre della Società da un’idea e dalla volontà del Presidente Marco Fumaneri. Intende offrire la possibilità a ragazzi di alcune famiglie disagiate di Trieste di accedere ai corsi della Società senza alcuna spesa, e prende piede grazie alla sensibilità e al prezioso contributo economico della Fondazione Morpurgo e dell’Associazione Trieste Entra in gioco. Questo atto di accoglienza e solidarietà sociale è stato colto per la sua importanza anche da altre realtà del territorio, che hanno deciso di sostenerlo creando la rete necessaria affinché sia di successo e possa avere vita pluriennale. Fanno parte, infatti, della cordata il Comune di Trieste con l’Assessorato all’Area servizi e Politiche sociali, l’ASUITS e le Microaree.

“Nell’anno sportivo 2018 – 2019 la Ginnastica Triestina accoglierà 20 ragazzi, che potranno scegliere quale disciplina sportiva praticare, quella a loro preferita” dichiara il Presidente della Ginnastica Triestina Marco Fumaneri “e così godere di tutti i benefici che lo sport porta con sé: amicizia, spirito di squadra, fiducia, impegno e disciplina. Mente sana in corpo sano senza diseguaglianze sociali è ciò in cui credo e confesso che questo è il progetto che mi sta più a cuore in questi due anni di mio mandato: fare in modo che, anche chi nasce in situazioni difficili, possa riscattarsi attraverso lo sport e non vada a sprecare la propria esistenza perché privo di alternative”.

“Abbiamo accolto con grande entusiasmo l’offerta del Presidente Fumaneri di creare una rete solidale che supporti il progetto” interviene il Presidente della Fondazione Morpurgo Pierpaolo Gregori “crediamo, infatti, che non ci sia niente di più importante che fare rete e creare assieme alle realtà del territorio dei progetti che abbiano una continuità pluriennale. In questi ultimi anni di nostra attività abbiamo potuto purtroppo verificare che le famiglie che vivono al di sotto della soglia di povertà sono in continuo e preoccupante aumento e, spesso, sono proprio i giovani a pagare le conseguenze più dure. Siamo, quindi, rimasti molto contenti di poter intervenire, in collaborazione con la Ginnastica Triestina e le altre realtà coinvolte, in maniera fattiva affinché questo importante progetto che coinvolge dei minori possa avere una costante ricaduta sul nostro territorio”.

“Favorire i giovani alla pratica sportiva è uno dei pilastri della nostra associazione” dichiara il Presidente dell’Associazione Trieste Entra in gioco Alessandro Busetti “e questo progetto si sposa perfettamente con i nostri intenti. Siamo dunque molto soddisfatti di far parte dei sostenitori di un’idea, che vuole dare delle possibilità di riscatto sociale attraverso lo sport e siamo certi che chi avrà questa possibilità potrà cogliere l’opportunità di non sprecare la propria vita in attività meno gratificanti offerte dalla vita di strada”.

“E’ la prima volta che un’associazione sportiva del nostro territorio si fa carico di un progetto così importante dedicato al sociale” dichiara il Delegato Provinciale del CONI Ernesto Mari “noi del Coni non possiamo che essere contenti e fare i complimenti al Presidente Fumaneri e a tutte le realtà che hanno deciso di sostenerlo, in quanto tutto ciò si allinea perfettamente a quello che il CONI attua a livello nazionale.”

 Il progetto, che è stato annunciato pluriennale, ha il sostegno dell’Assessorato all’Area servizi e Politiche sociali, dell’ASUITS e delle Microaree, che entreranno fattivamente nell’organizzazione, selezionando con criteri basati sul reddito le famiglie e i ragazzi che potranno accedervi. Una rete solidale attiva e concreta che da subito permetterà ai ragazzi di iniziare questo nuovo percorso. Una seconda fase prevede anche l’inserimento di personale che affiancherà gli istruttori della Ginnastica Triestina attraverso dei tirocini formativi, atti a preparare dei nuovi addetti istruttori nelle varie discipline che la Società offre.

 Partner del progetto

Società Ginnastica Triestina, promotore del progetto

Fondazione Morpurgo, finanziatrice del progetto

Trieste Entra in gioco, finanziatrice del progetto

 Comune di TriesteAssessorato all’Area servizi e Politiche sociali, sostenitore del progetto

 ASUITS, sostenitrice del progetto

 Microaree, sostenitrici del progetto

37401926_1995362890498361_472027510104653824_o