judoinside

 

E’ stata davvero una stagione strepitosa quella che ha visto la nostra portacolori Veronica Toniolo esordire nella classe cadette (U18) ed il primo semestre si è chiuso con un risultato ancor più eclatante: la medaglia d’argento ai Campionati d’Europa U18!!!

 

P1020741P102077667U350QD

 

Veronica  (classe 2003) da febbraio a maggio ha inanellato quattro medaglie d’oro una d’argento ed una di bronzo nelle Continental Cup a cui ha partecipato, senza mai mancare il bersaglio, ed ora nella manifestazione più difficile e prestigiosa, non ha perso determinazione e si  laureata Vice Campionessa d’Europa.

 

untitled3untitled2untitleduntitled4

,

A Sarajevo, venerdì 29 giugno, la biancoceleste ha affrontato nell’ordine l’atleta bosniaca Ana Maria Franjic (classe 2001), liquidata con un efficace e perentorio ippon di kansetsu waza, la tedesca Chiara Serra (classe 2001) a cui ha inflitto un waza ari di kaeshi dopo pochi secondi per poi  gestire con lucidità e contenere tutti i tentativi di rimonta della determinata tedesca, la rissosa azerbaigiana Ulviyya Bayramova (classe 2001), mettendo a segno un bel waza ari di ouchi gari e facendo comminare all’avversaria le tre sanzioni che hanno fruttato la vittoria prima del limite, ed infine, in semifinale, l’outsider Annika Shicho (classe 2002), che aveva in precedenza fatto vittime eccellenti come le accreditate Lo A Njoe (Olanda) e Silveri (Italia). Veronica con lucidità ha incalzato l’austriaca ed ha provocato l’attacco dell’avversaria che le ha consentito di mettere a segno uno strepitoso ippon, ancora di kaeshi waza, che l’ha proiettata d’autorità nella finalissima del Campionato. Solo l’esperta vice campionessa del mondo 2017 francese, Faiza Mokdar (classe 2001), atleta che vanta già risultati di rilievo anche nel circuito mondiale della classe U21, ha saputo frenare la marcia irresistibile dell’atleta triestina. Veronica non è riuscita ad evitare una leva in una fase a terra dell’incontro di finale ed ha dovuto ‘accontentarsi’ della medaglia d’argento. Ma accontentarsi non è davvero un verbo che non si confà alla nostra portacolori, che vede questo risultato solo come un punto di partenza ed è pronta a rimettersi in moto con l’obiettivo di scalare il podio d’Europa 2019 e non solo…

 

966X26Q5P1020777