Alla European Cup di Coimbra (gara del circuito mondiale IJF under 18) sabato 25 maggio la Sgt ha colto due splendide medaglie con Veronica Toniolo (-52 kg, classe 2003) ed Emma Stoppari (-44 kg, classe 2004), entrambe convocate in maglia azzurra per l’occasione.

Veronica è salita ancora una volta sul gradino più alto del podio, dopo l’oro di due settimane fa ai Campionati italiani della classe superiore (u21), portando a sei le proprie vittorie nelle Continental Cup Internazionali. 44 atlete in gara per 11 nazioni (Ita Fra, Ned, Isr, Rus, Esp, Por, Bra, Usa, Ger, Cze) nei -52 kg. e cinque gli incontri disputati dalla nostra portacolori sono i dati numerici della giornata, ma ciò che conta ancor di più è stata la lucidità e la supremazia con cui Veronica ha combattuto e vinto ogni incontro. Regolate con autorità le pur forti spagnola Morales, israeliana Dori e ceca Polnicka, la gara è entrata nel vivo con la semifinale contro la spagnola Toro Soler, fresco oro alla EC di Fuengirola e bronzo a Tula. Veronica si è dimostrata padrona assoluta del tatami e non ha lasciato nessuno spazio all’avversaria, così come poi in finale contro la forte e anch’essa plurimedagliata olandese Henninger. Davvero bello l’uchimata con cui Veronica ha chiuso i conti e conquistato la meritata medaglia d’oro. Il risultato proietta Veronica ancora più in alto, a livello di punteggio, nella ranking list mondiale di categoria, dove ormai da mesi detiene il primo posto assoluto.

Ma le soddisfazioni non si sono fermate qui perché anche Emma Stoppari ha ribadito il proprio valore salendo ancora una volta, dopo il bronzo nella EC di Zagabria, sul terzo gradino del podio. 28 Atlete in gara nei -44 kg per dieci nazioni (Ita, Esp, Por, Rus, Ned, Bul, Bra, Ger, Fra, Sui) e cinque incontri anche per lei. Superata nettamente la brasiliana Comanche, Emma, ha ceduto solo di misura al golden score per tre shido a due alla compagna di squadra Avanzato, Campionessa italiana u 18 e u21. Le belle vittorie nei recuperi contro la olandese Riadi e la spagnola Rojas han proiettato la nostra judoka in finale per il bronzo, dove Emma ha regolato la Svizzera Rosset ancora grazie ad un altro ottimo lavoro di ne waza, sicuramente punto di forza della nostra giovanissima atleta, al primo anno della classe u18.
Si chiude così per la nazionale italiana il circuito dei tornei mondiali u18 e si apre la fase ‘calda’ di una stagione quest’anno intensissima per questa classe di età: Campionati d’Europa a fine giugno in Polonia, Eyof a luglio in Azerbaijan e Campionati del Mondo a settembre in Kazakistan.