Promettente risultato al campionato regionale individuale indoor assoluto e campionato regionale individuale indoor promesse (under 23) di Stefano Bavila, astro nascente dell’atletica biancoceleste, che sabato 25 gennaio, ha disputato la gara dei m60 ad ostacoli limando al ribasso il suo personale con il tempo di 9″23. Una promettente affermazione che arriva dopo dieci giorni di stop per una leggera contrattura e un allenamentino veloce di assaggio il giorno prima. Normale perciò che la gara fosse condotta da Bavila in modo prudente.

“La strada per arrivare ad un livello nazionale – ha commentato Adriano Lassich, responsabile tecnico della sezione atletica della Ginnastica Triestina – certo è lunga ma l’inizio in questa disciplina è promettente”.

 

Domenica 26 gennaio, Ginnastica Triestina ancora fortemente rappresentata a Udine, con ben quattro atleti impegnati nella gara dei 60 m piani: Stefano Bavila, Enrico Moro, Giacomo Davide e l’esordiente Giacomo Prato. Nelle batterie di qualificazione alle tre finali previste, Stefano Bavila è arrivato terzo con 7″51 (suo nuovo personale), poi Enrico Moro (quarto in 7″53, personale eguagliato), Giacomo Davide (quinto in 7″67, personale), ed infine l’esordiente Giacomo Prato (sesto in 7″97).

Qualificatisi alla finale grazie ai tempi nelle batterie, Bavila e Moro sono arrivati alla finale C, in cui Moro si è classificato quinto in 7″52 (nuovo personale), e Bavila settimo in 7″56.

Complessivamente Moro si è classificato ventesimo, ventiduesimo Bavila, trentaduesimo Davide, quarantaduesimo Prato. Un buon risultato se si considera che tra i cinquanta concorrenti alcuni provenivano, oltre che dalla regione, anche dal Veneto e dalla Slovenia.

Le gare di Udine erano valide anche per il campionato regionale individuale per la categoria promesse, nel quale Bavila è arrivato quarto e Davide sesto.