Ottime notizie per la sezione ginnastica artistica maschile della Società Ginnastica Triestina giungono dallo splendido impianto di Padova. Nello scorso week end si sono infatti svolte le fasi interregionali valevoli come qualificazioni per le finali nazionali per il settore gold, quello con programma tecnico richiesto più evoluto, con ginnasti provenienti dal Veneto, dall’Emilia-Romagna, dalla Toscana, dalle Marche e dal Friuli-Venezia Giulia. Tre gli atleti presenti per la Sgt, due junior e un senior: nessun podio conquistato, ma ottimi piazzamenti e qualche piccolo rammarico.

Arriva un confortante 4° posto per Diego Napolitano tra gli junior e il 9° di Elia Ulcigrai tra i senior, autori di splendidi salti al volteggio. Da evidenziare anche il 7° posto al cavallo con maniglie del ginnasta junior Giovanni Cuniolo, autore di una buona prova ma anche di un errore che ne ha vanificato la conquista del gradino più basso del podio.

Soddisfatti i tecnici biancocelesti Fabrizio Mezzetti e Simone Iona, già al lavoro per preparare al meglio le finali di specialità in programma a Fermo nelle Marche l’1 e il 2 giugno. “Diego ha dimostrato il suo valore al volteggio e si presenterà alle finali nazionali con il 4° punteggio – il commento di Mezzetti – è stato molto bravo al volteggio, peccato qualche errore di troppo al corpo libero, ma presentava per la prima volta in gara ben tre nuovi elementi tecnici molto difficili. Giovanni è stato invece fermo per una serie di infortuni e deve trovare la giusta mentalità per affrontare la gara, ha margini di miglioramento notevoli e si allena molto bene.”

“Elia si allena poco in quanto collabora con lo staff come insegnante” ha spiegato invece Iona, “al volteggio ha eseguito due salti molto buoni, ma deve aumentare il punteggio di partenza per essere più competitivo. Agli anelli il poco lavoro all’attrezzo si è fatto sentire e difficilmente si qualificherà per le finali. Tutto sommato torniamo a casa con risultati più che lusinghieri.”

Click qui per il video dei salti al volteggio di Diego Napolitano