Martedì 23 Giugno, alle ore 20:00, presso la sede della Società Triestina della Vela, (Pontile Istria 8), avrà luogo una conviviale in cui verrà passata in rassegna la storia dei più grandi atleti olimpionici della Società Ginnastica Triestina e la loro partecipazione alle storiche edizioni dei giochi olimpici. Dalla fiorettista Irene Camber, medaglia d’oro olimpica ai campionati di Helsinki 1952, passando per la saltatrice Silia Martini, lo sciabolatore Gustavo Marzi campione italiano bianco azzurro tra il 1941 e il 1946, fino ad arrivare all’attuale punta di diamante del judo giuliano, quale la millennials Veronica Toniolo, già oro olimpico agli YOG di Buenos Aires 2018, nonché giovane promessa con la quale la Società Ginnastica Triestina conta di poter ritornare a portare in alto il proprio nome alle Olimpiadi di Parigi 2024.

Alla serata, prenderanno parte il vice presidente SGT, Andrea Jermol Groppi, lo storico e curatore del museo societario SGT, Zeno Saracino e il tecnico federale della sezione judo SGT e cofondatore e direttore tecnico dell’Accademia Akiyama di Settimo Torinese, Raffaele Toniolo.

Ufficio Stampa SGT