Di questi tempi, parlare di normalità e quindi di pallacanestro, non è una cosa semplice. Le scuola e le università hanno sospeso le loro attività, le palestre no, ma gli allenamenti si svolgono a porte chiuse, così come le partite di calcio negli stadi ma non nei palazzetti; insomma, chi ci sta capendo qualcosa in merito è davvero bravo. Fatta questa premessa, va precisato che nonostante tutto lo sport, seppur a singhiozzo, sta andando avanti (a torto o a ragione) e, per tanto, è stato deciso che l’incontro di basket under14 tra ‘’SGT e Barcolana’’ andasse giocato.

Svoltosi, Martedì 3, nella fredda palestra della Scuola Addobbati di Gretta, chiusa da giorni, coach Laezza ha dettato gli obiettivi tattici con il timore che la partita venisse sottovalutata dai suoi giocatori: difendere evitando i contropiedi, i rimbalzi, correre attaccando l’area e cercare soluzioni da sotto con passaggi facili. Il risultato di queste richieste, non è stato quello sperato; per oltre 35 minuti i ragazzi della SGT sono stati in balia della Barcolana.

Analizzando la sfida con ordine, possiamo dire che il match si è aperto con lo stesso carattere dell’ultima partita di Romans, con il duo dei ‘’Nico’’ (Degrassi e Palazzo) in gran spolvero, uno con buone entrate e l’altro presente sotto le plance. Tutti loro i primi 10 punti. Detto ciò, i padroni di casa hanno alzato l’intensità della partita e partendo a razzo ogni volta che è stato possibile, mettendo a segno canestri facili in contropiede, complice anche un ‘’Inzirillo’’ indemoniato. Si è proseguito a strappi fino al parziale del 17 a 16.

Ripresa la partita, la SGT è completamente sparita dal campo, grazie ad una serie di errori grossolani sotto canestro e alla buona difesa dei padroni di casa che ha permesso alla Barcolana di generare azioni in contropiede. Inutili i tentativi di capitan ‘’Laezza’’ di arginare i danni. Il punteggio del secondo quarto è eloquente: 26 a 14, con i punti ospiti messi a segno quasi esclusivamente da due giocatori.

Con l’arrivo del thè caldo, alla pausa lunga, il divario è abbondante. Il tabellone segna punti recita 43 a 30 e i ragazzi della SGT sembrano smarriti nel nulla. Nello spogliatoio l’atmosfera non è delle migliori, i ragazzi sono delusi e senza parole per quanto prodotto sul terreno di gioco. Severo ma giusto il rimprovero di coach Laezza il quale ha voluto tirar fuori dai suoi giocatori tutto il loro spirito di rivalsa con le seguenti parole: ‘’Di questo passo perderemo di sicuro. Se non avevate voglia di giocare bastava dirlo e saremmo rimasti tutti a casa’’.

L’incontro è ripreso in crescendo per la SGT, e sembra che la voglia di riscatto dei ragazzi di via della ginnastica stia uscendo tutta. Subito un canestro e tre palle consecutive recuperate, ma non concretizzate. Il ‘’magic moment’’ svanisce e la Barcolana piazza un altro break portandosi a +15. Partita finita? Probabilmente in quel momento lo pensavano tutti, ad esclusione di ‘’Lorusso’’ e ‘’Canale’’ i quali, pescando dal mazzo due fortunate carte, hanno messo a segno due canestri di buona fattura, riportando in vita il morale della SGT. A non voler scrivere la parola fine, nemmeno ‘’Razzini’’ il quale si è preso la scena con una serie di palle rubate. L’intensità del match è ricominciata a salire e con orgoglio e qualche concitato contropiede, i ragazzi della SGT hanno accorciato di misura lo scarto, ottenendo un risultato parziale di 62 a 53.

Che non fosse facile lo si sapeva sin dall’inizio e, nonostante il buon finale del terzo quarto, la rimonta sembrava assai lontana. Ma quando il gioco si fa duro, i ragazzi della Società Ginnastica Triestina iniziano a lottare ed ecco che ‘’Bosdachin’’ si francobolla al migliore degli avversari, costringendolo a girare alla larga dal pitturato. La Barcolana, forse un po’ stanca, inizia ad accusare i colpi della SGT, soprattutto nel reparto difensivo che, per la prima volta, inizia a concedere spazio. Ne approfitterà ‘’Benamati’’ con un’azione degna degli highlights della A1: palleggio dietro la schiena, cambio di direzione, e canestro con l’avversario addosso.

Gli ultimi minuti dell’incontro sono stati al cardiopalma con la SGT che, raggiunto il punteggio della Barcolana, ad un minuto e mezzo dalla fine, ha visto ‘’Pugliese’’ segnare il canestro del vantaggio. Tuttavia, un fallo decreterà due tiri liberi per la Barcolana la quale riporterà in equilibrio il parziale. Dopo alcuni rimbalzi, ‘’Palazzo’’ inchioda il +2. La Barcolana sembra non avere più benzina. Uno su due in lunetta di ‘’Palazzo’’ e ancora una palla persa per la Barcolana. Lo sport ed il basket in particolare sono spesso bizzarri e ingiusti, alla fine l’ha spuntata la SGT per 77 a 74.

‘’Bertoni e la sua squadra meritano dal primo all’ultimo minuto un applauso. Hanno dato a tutti la dimostrazione di cosa significa essere un buon gruppo. Il solo punto di scarto dalla capolista e l’ottima partita contro la Dinamo, testimoniano l’ottimo lavoro svolto’’. Questo il commento di coach Laezza a fine partita.

Per la Ginnastica Triestina sono arrivati due punti che sembravano insperati, consolidando i biancoblù (divise nuove battezzate con una vittoria) al terzo posto in classifica.

Il tabellino:

BARCOLANA: Scarazzato 2, Mazzuia, Bertoni 16, Curci 2, Centuori 9, Holloway 7, Iob 3, Sutter, Inzirillo 21, Bon 9, Giorgio 2

SGT: Lorusso 2, Benamati 4, Dimola 6, Palazzo 15, Razzini, Laezza 14, Pugliese 19, Bosdachin 2, Degrassi 13, Canale 2

Ufficio Stampa S.G.T.