Avanti tutta. E’ questo il messaggio chiaro, forte e risoluto che arriva dalla sezione di pallacanestro della Ginnastica Triestina, dopo le voci che nelle ultime settimane avevano riguardato l’universo baskettaro biancoceleste.

L’antefatto è presto spiegato: Marco Fumaneri, l’ormai ex presidente, era legato anima e cuore alla palla a spicchi per cui la paura (infondata) era che, con il nuovo consiglio direttivo subentrato ai vertici precedenti, l’attenzione fosse focalizzata maggiormente su altre discipline. “Niente di più falso”, aveva dichiarato lo stesso Massimo Varrecchia, numero uno della polisportiva, ma non è solo il nuovo rappresentante della Sgt a dichiararlo, bensì anche i responsabili della pallacanestro in casa Ginnastica.

“Il presidente ha confermato l’intenzione di dare piena continuità a tutto quanto è stato costruito in queste ultime stagioni – spiega Nello Laezza, deus ex machina della sezione maschile – anche perché lui stesso ha riconosciuto l’ottimo lavoro realizzato, confermato peraltro dai numeri, triplicati rispetto ad un paio di anni fa. Piena fiducia al progetto, quindi, ed alle persone che hanno contribuito a rimettere in moto il basket della Sgt. Personalmente ho ancora tanto da dare e sarebbe stato un vero peccato, dopo tanto impegno, gettare alle ortiche tutto quanto seminato in queste ultime annate. Entro giugno si discuteranno i vari contratti in essere e poi da settembre riprenderemo a pieno regime con il lavoro in palestra”.

Sulla stessa lunghezza d’onda, e non potrebbe essere altrimenti, è anche il messaggio lanciato da Moreno Valeri, team manager della prima squadra femminile. “Ho ricevuto rassicurazioni dal nuovo presidente sulla prosecuzione della sezione e non solo, mi è stato garantito che, se sussisteranno le condizioni, presenteremo la domanda per poter essere ripescati in Serie B. Voglio quindi tranquillizzare tutte le ragazze che in queste settimane mi hanno chiamato con grande preoccupazione: la pallacanestro femminile della Ginnastica prosegue a pieno regime la propria attività, e non a caso noi continuiamo ad allenarci e a lavorare sodo aspettando di capire in quale categoria militeremo alla ripresa dopo l’estate”.